Messaggio

NewrozNEWROZ La vita della popolazione nel Kurdistan iracheno
Il Newroz (letteralmente il “nuovo giorno”) è una antica festa di primavera dei popoli mesopotamici che per la popolazione curda coincide con il loro capodanno.Nasce da una leggenda che narra della ribellione contro un re dispotico e sanguinario.
Per comunicare la vittoria alla popolazione curda sparsa tra le montagne vennero accesi dei fuochi in segno di gioia.
Da allora, tutti gli anni, il 21 marzo, nei paesi del Kurdistan vengono accesi migliaia di fuochi per ricordare la liberazione dalla tirannide.
È la festa del fuoco, che segna la fine della oscurità e la rinascita della luce e della vita e rappresenta il giorno della identità nazionale curda negata dagli Stati tra i quali il Kurdistan è suddiviso che per anni hanno impedito queste celebrazioni, perché rappresentano un’occasione per questa minoranza di rivendicare il riconoscimento dei propri diritti e della propria identità.

Il volume è un racconto fotografico con le immagini del fotografo Luciano Nadalini dei luoghi del Kurdistan iracheno negli anni 1997-2002-2003.
Con questa mostra e questa prima pubblicazione nasce il progetto editoriale “Popoli”: una collana di volumi fotografici sulla vita delle minoranze etniche del nostro tempo. Una iniziativa ideata e organizzata da Camera Chiara Edizioni in collaborazione con le associazioni U.F.O. Unione Fotografi Organizzati e FOTOviva che operano per la salvaguardia e la diffusione del patrimonio fotografico e sono promotrici della Casa della Fotografia centro di conservazione, catalogazione e messa on line di fondi fotografici.
Il volume-catalogo è pubblicato da Camera Chiara Edizioni. Per leggere la scheda del volume cliccanre qui.

Il fotografo Luciano Nadalini è nato a Castelfranco Emilia (MO) e vive e lavora a Bologna.
Nel 1987 costituisce con il fotografo Gilberto Veronesi lo studio Camera Chiara.
Fotografo de L’Unita’ dal 1984, ha collaborato con altre testate e periodici, tra i quali l’Espresso, Panorama, Famiglia Cristiana ed il Venerdi di Repubblica, con reportage in vari paesi del mondo: Algeria, campi profughi Saharaui, Marocco, Angola e Burundi, Monzambico, Repubblica Democratica del Congo, Siria, Libano, Palestina e Israele, Giordania, Sri Lanka, Nicaragua, Honduras, Cuba, Colombia.
Ha realizzato mostre e libri fotografici, manifestando una particolare attenzione verso le problematiche sociali sia italiane con “La Pantera”, sul movimento studentesco degli anni ’90, “Pictor”, sulla condizione dei manicomi in Emilia Romagna; “Immigrazione: un mondo a parte?”  sulla vita delle comunità d’immigrati nella Provincia di Ravenna; sia internazionali con “Angola e Burundi: tra guerra e pace”, “L’odio”, dieci anni di guerra nei Balcani,  “Guerra Continua”, immagini di dodici anni di conflitti nell’Iraq, “Acqua, una risorsa di vita e di pace” sul conflitto palestinese-israeliano, “Pictures of Human Rights” sulla Dichiarazione universale dei diritti umani.
Nel 2010 tiene un corso di ”Fotografia e comunicazione sociale” all’Accademia di Belle Arti di Bologna.


La mostra è stata esposta per la prima volta il 27 marzo 2011 alla Festa nazionale del Newroz, la giornata di solidarietà con il popolo kurdo organizzata dall'Associazione Bologna-Kurdistan.


ICONA VideoICONA Pagina Volume

Cliccando sulle icone si può vedere il video della giornata della festa
dove è stata esposta la mostra e alcune pagine del volume.



Immagini della mostra.
(cliccare per ingrandire)