Messaggio

Quando Dozza giocava centravanti QUANDO DOZZA GIOCAVA CENTRAVANTI
Il 21 aprile 1945 Bologna venne liberata dall’oppressione fascista e nazista.
Il sindaco Giuseppe Dozza si trovò di fronte una città distrutta.
Per la ricostruzione lanciò l’appello “Fare presto e bene” che tutti accolsero con generoso slancio.Lo sport, nella sua più ampia espressione, si elevò a protagonista nella difficile rinascita e Dozza seppe cogliere e valorizzare questa realtà sul piano materiale e morale. Il suo impegno, le sue indicazioni furono fondamentali. Queste immagini vogliono essere una affettuosa documentazione del percorso compiuto in anni vivaci ma complicati, da un uomo, da un amministratore concreto e aperto. Ripresero a vivere società sportive, furono organizzati tornei e manifestazioni, il sindaco contribuì concretamente a far ripartire il Bologna F.C.

Un ampio impegno che coinvolse sportivi, forze politiche, semplici cittadini, associazioni le più varie. Venne allestita una riunione di pugilato e lotta al Baraccano sotto l’egida della sezione giovanile del Partito d’Azione, in Montagnola la gara ciclistica con Coppi e Bartali promossa dall’Anpi, il giornale “Il Progresso d’Italia” (in collaborazione con l’Uisp) lanciò la corsa al mare in quattro tappe per donne cicliste. Si realizzarono impianti e palestre grazie al lavoro volontario e gratuito di migliaia di cittadini. Il sindaco Dozza seguì e alimentò questo fermento.
Stimolò gli organizzatori. Acquisì un ruolo di primo piano nella costruzione del Palasport di piazza Azzarita che poi venne a lui intitolato in segno di riconoscenza. Dozza interpretò, senza sbavature retoriche, l’importanza dello sport a tutti i livelli costruendo nel contempo le basi per il futuro.

Crediti fotografici
Studi fotografici: Walter Breveglieri, Camera Chiara, Piero Casadei, FN Paolo Ferrari, Umberto Gaggioli
Archivi fotografici: ANPI Bologna, Archivio Storico Comune di Bologna - Fondo Gabinetto del Sindaco, Famiglia Dozza-Giovannini, Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, Sempre Avanti!, Circolo Giuseppe Dozza, Circolo dipendenti comunali, Polisportiva Pontevecchio, Odoardo Castellari, Luciano Leonesi, Libero Merighi, Renato Villalta, Ciano Zucchini.



LOCANDINA DOZZA Paoletti
La mostra è stata esposta presso la Galleria fotografica
Paoletti in Piazza Maggiore 3 Bologna

E' stato curato un volume pubblicato da Camera Chiara Edizioni.
Per leggere la scheda del volume cliccare qui.

.

 ICONA Pagina Volume
Cliccare questa icona per
sfogliare alcune pagine del volume

 

 



Immagini della mostra
(cliccare sulle miniature per ingrandire)